A nudo, ossia un fine settimana di ricerca interiore

Fine settimana stranissimo questo, un fine settimana di scoperte, conferme, studio e di inizi.

Ho iniziato un nuovo percorso di guarigione interiore con una persona che ha descritto il mio Io in modo così preciso e toccante da lasciarmi positivamente sconvolta.

Ieri poi siamo stai di nuovo a Vicenza, eh sì, per la seconda volta siamo partiti per raggiungere il trio di W la dislessia e per passare con loro e altre 200 persone una giornata di formazione.

Una giornata in cui abbiamo ricevuto dei doni e non parlo dei dvd e del libro (con una dedica bellissima), ma di quello che ci hanno donato salendo sul palco e condividendo il loro sapere e le loro vite con noi.

Mi sento una privilegiata, perché ho avuto la fortuna di incappare nella mia vita inpersone così preparate e che soprattutto mi hanno aiutata a gestire un problema che invece un problema non é. 

L’importate è cambiare prospettiva!

L’importante è accettare di cambiare visione !

L’importante è farlo!

Loro lo hanno fatto con me e con tutti i genitori in sala e con tutti i ragazzi e i genitori che aiutano ogni giorno.

“W”, come dicevano ieri, significa cambiare prospettiva e abbattere i muri del pietismo e della banalità.

I dislessici non sono nè poverini e neppure geni, ma sono persone con tantissime potenzialità, come anche i non dislessici, che vanno fatte emergere e che vanno coltivate. Potranno essere geni, ma non se saranno seduti sul divano a piangersi addosso  o se verranno anche maltrattati nelle scuole. 

Potranno essere quello che vorranno se coltiveranno con costanza e amore le loro passioni. 

Con me nessuno lo ha fatto, io lo farò per Luca e Gaia.

Sarò la loro roccia, come ci ha suggerito di essere Ilenia, e sarò lì per loro sempre, a ridere a condividere e a raccogliere i loro cocci quando cadranno.

Ieri a parte condividere il sapere sono state condivise delle storie. Storie di vita comune, ma storie straordinarie, perché ci hanno mostrato che coltivando i nostri punti di forza e seguendo le nostre passioni possiamo farcela e possiamo anche fare un lavoro stupendo, un lavoro utile che ci mette in gioco e che aiuta gli altri.

Aiutare il prossimo penso che sia il lavoro più bello!

Mettere le proprie competenze al servizio delle persone è meraviglioso e ieri Alessandro, Paola e Valentina lo hanno fatto: hanno condiviso il loro tempo e le loro storie con noi e hanno creato delle relazioni.

Grazie

Mi hanno commosso, sono riusciti a toccare il centro del mio cuore e mi hanno dato spunti per riflettere e per lavorare.

Il corso di ieri é solo un altro piccolo mattone che costruirà quello che sarò.

Grazie a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...