La nostra prima immersione della vacanza

Oggi, dopo un anno, sono tornata in acqua con il mio piccolo Luca.

Immersione da favola in un mare da favola…

Ma….

C’è sempre un ma, giusto?

Ma che lavoro per convincerlo che sarebbe riuscito a scendere, a compensare!

Questa mattina Luca ha annunciato che non sarebbe più andato sott’acqua per paura di non riuscire a compensare. Ammetto di essere rimasta in prima battuta delusa o forse triste, perché non si sarebbe goduto una cosa che gli piace per una paura!

Non sia mai che i miei piccoli rinuncino ad una cosa che amano per paura! Ho già sprecato io tantissime opportunità per paura e io devo essere qui per aiutarli e guidarli a superare le loro paure, senza traumatizzarli.

Stamattina, una volta superato lo sconforto, e dopo essere entrata in acqua, mi è venuta un’illuminazione: Luca è venuto in acqua e gli ho chiesto di venire con me, in apnea, a scoprire dei pesci…

Luca è sceso, ha compensato perfettamente e non ha pensato minimamente alle sue orecchie.

Abbiamo fatto questo gioco più volte , fino a che gli ho fatto notare che il fondo era di 4 metri, che, pur scendendo veloce, non aveva avuto problemi.

Si è convinto ed è venuto a fare un’immersione con me!

Si è convinto lui, non è stato obbligato!

È stata una immersione strepitosa, perché il bello di fare un’immersione con un bambino è nel farsi guidare dai suoi occhi per scoprire anche le meraviglie più piccole. 

Grazie Luca per questa esperienza con te: per l’immersione e per esserti stata di aiuto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...